#BLOG

  • Samantha Calvaresi

Player of the Week: le More


Iniziamo la settimana di #piattoriccomicificco con un frutto tipico della stagione estiva, la mora, conosciuta come il frutto del rovo, il cui nome scientifico è Rubus ulmifolius, pianta appartenente alla grande famiglia delle Rosaceae.


Passeggiando per le strade di campagna è molto comune imbattersi in grandi cespugli spinosi che d’estate si riempiono di questi succulenti frutti di bosco, questa è infatti la stagione ideale per gustarle.


Storia: le more crescono spontaneamente nei Paesi del bacino del Mediterraneo, ma vengono coltivate anche in altri Paesi europei e negli Stati Uniti. Fin dai tempi antichi si consigliava l’uso delle more per diversi scopi, venivano utilizzate sia come alimento, sia per tisane curative, pensate che i già romani utilizzavano le foglie per preparare un tè dalle proprietà terapeutiche.


Proprietà: le more, sono probabilmente i frutti con il più alto contenuto di agenti antiossidanti, riducono il colesterolo e fanno bene alla digestione. Sono ricche di numerose vitamine, hanno un alto contenuto di rame, minerale importante per il metabolismo delle ossa e dei globuli rossi e bianchi, così come è buona la percentuale di magnesio, calcio e ferro. Le more, inoltre, fanno anche bene al cervello, possono apportare benefici alle funzioni cognitive della memoria.



Purtroppo è difficile trovare in commercio le more fresche, ma possono essere facilmente acquistate surgelate.

Visto che siamo in piena stagione, quale occasione migliore per farci una bella passeggiata nei boschi e raccogliere qualche mora per preparare una ricetta davvero gustosa e innovativa?


Seguiteci per scoprire la ricetta della settimana firmata #piattoriccomicificco, che vede come protagonista questo fantastico frutto.

7 visualizzazioni

© 2017 by Piattoriccomicificco. Proudly created by Leonardo Tosoni & Silvia Amantini

info@piattoriccomicificco.com - +39 329 6668127 - Tarquinia (Vt) - www.piattoriccomicificco.it