© 2017 by Piattoriccomicificco. Proudly created by Leonardo Tosoni & Silvia Amantini

info@piattoriccomicificco.com - +39 329 6668127 - Tarquinia (Vt) - www.piattoriccomicificco.it

#BLOG

  • Leonardo Tosoni

Player of the Week: Patatine Fritte


Stavolta il protagonista della settimana è un azzardo vero e proprio: le patatine fritte.

Mi sono sempre piaciute, sin da piccolo, spesso le compravo più per la sorpresa che per imbrattarmi le mani e disturbare il mio povero fegato, ma sono sempre state un prodotto che chiunque ha mangiato e dici tutti abbiamo abusato. Tutto fino all'uscita della pubblicità di San Carlo...dove lo chef superstellato, Carlo Cracco presenta la sua patatina....Carlo Cracco che presenta la sua patatina fritta? Sarà di certo una figata pazzesca, mi sono detto, quindi appena vista la pubblicità in tv sono andato al supermercato a comprarle e....



per prima cosa sono stato colpito dal prezzo...in pratica venivano quasi il doppio delle "rustiche" che ho sempre comprato...va beh sono di Carlo Cracco...ci sta che costano cosi tanto. Entro in macchina e non potendo attendere altro tempo le apro e ne metto subito una in bocca e.....NON SUCCEDE NIENTE!


O meglio il sapore è lo stesso, ma lo stesso identico, cioè mi spiego meglio...lo stesso sta per intendere che è la stessa patatina di prima, IDENTICA, costa solo quasi il doppio. Non credendo al paradosso, ne mangio un'altra e poi un'altra e poi un'altra...fino a finire il pacchetto nella speranza di trovare il santo grall nell'ultima patatina sbriciolata in fondo alla confezione. Invece quello che trovo è solo gran un senso di nausea da patatina fritta, ne ho mangiata una busta sana in 2 minuti, e quindi, sconfitto dalla vita, mi rivolgo a Internet nella ricerca di una risposta da Padre Google.


La risposta è semplice...le patatine sono sempre le stesse e non c'è nessuna pozione magica al suo interno, un'abile strategia di marketing che ha fregato me e altri milioni di persone in tutta Italia avvolti dall'aspettativa della patatina suprema di re Carlo.


Poi dopo qualche settimana e centinaia di migliaia di insulti (presumo) San Carlo esce con una serie di nuove pubblicità dove lo stesso Cracco ci invita a realizzare tartine super gustose usando le patatine rustiche??? Con lo slogan "In Cucina con Audacia"...con audacia???


Va beh...lasciamo perdere...Carlo rimane sempre Carlo Cracco, i soldi sempre più creano dei mostri che vengono dalle "stelle" e tutto ciò è servito solo a dirvi il motivo per cui, nella stesura del piano editoriale di piattoriccomicificco, ho voluto inserire le patatine fritte. Dopo lo shock San Carlo avevo la necessità di usare tutta quella audacia (che per me era incazzatura) e metterla in un piatto per far rimanere a bocca aperta i miei ospiti, utilizzando proprio le patatine fritte. Non userò le famigerate Rustiche della San Carlo, ma le Kettle Veg Chips, che costano ancora di più delle patate di Cracco, ma ne varrà proprio la pena.


Vi parlerò meglio di queste patatine nella rubrica "L'ingrediente Anomalo" durante la settimana, e sono loro a fare l'accento al piatto della settimana. Un piatto nato per tornare bambini e giocare con il cibo in modo divertente e al tempo stesso gustoso. Non voglio anticiparti altro...

...solo una cosa piccola...

questa settimana si beve birra, una birra particolare che arriva dall'Umbria dopo aver incontrato l'oro...





20 visualizzazioni